Analisi e previsioni Azioni MODERNA a 30 giorni – maggio 2021

Analisi e previsioni Azioni MODERNA a 30 giorni – maggio 2021

17 Maggio 2021 0 Di Vincenzo

Close 14 maggio

La chiusura della seconda settimana del mese in corso divide Moderna Inc dalla gran parte dei titoli high-tech del NASDAQ-100, così l’azienda statunitense di biotecnologia listata con ticker MRNA sul listino americano chiude la sessione del 14 maggio 2021 con un deciso rialzo del 7,68%.

L’avvio di seduta è stato subito promettente con un primo valore in apertura di 150,85($), inferiore al prezzo più alto del giorno prima archiviato a 155,62 dollari, per poi proseguire in ascesa per tutta l’intera sessione e terminare a 161,38($),  quota limitrofa al valore massimo giornaliero raggiunto a 162,46 dollari. D’altro canto, nel confronto con il basket azionario di riferimento la curva tendenziale a breve e medio termine replica la forza relativa del paniere delle Big-Tech USA, il che alimenta la propensione al rischio degli investitori.

Analisi della tendenza

Su outlook contenuto, le implicazioni grafiche di Moderna pongono in evidenza lo sviluppo di una fase positiva fino al test della resistenza a 164,22 ($). Inoltre, l’analisi quantitativa e i principali indicatori di analisi tecnica, ben posizionati, supportano la prosecuzione positiva del trend con un primo obiettivo a 165,24 e un secondo target a 182,59, la cui rottura verso l’alto potrà consentire il retest del massimo storico in area 188/189 dollari.

In basso, una discesa potrebbe stornare il prezzo fino a coinvolgere il pivot mediano calcolato a 150,72 ($), posto all’interno di una struttura a difesa del mercato e a sostegno della price action corrente, mentre il breakdown di quest’ultimo livello invaliderebbe il pullback in corso e i recenti progressi dopo le vendite innescate a 188,49 dollari.

Analisi del rischio

Dal punto di vista microeconomico e dei fondamentali la rischiosità di Moderna risulta parzialmente attenuata da earnings per share rassicuranti riportati la prima settimana di maggio, pari a 2,84($) per il primo trimestre 2021, in netta inversione di tendenza rispetto ad un anno prima quando la società di medicinali registrava la perdita su EPS di 0,37 dollari per azione.

Peraltro, l’accertamento che una singola dose di richiamo del vaccino anti-Covid Moderna generi una risposta immunitaria positiva contro le varianti di Sud Africa e Brasile alimenta l’ottimismo sull’asset finanziario heatlhcare.

Sul fronte della volatilità realizzata l’esposizione al rischio è invece maggiore, in forza dell’elevato scostamento esistente tra i prezzi nell’ultimo periodo e che specifiche ATR (Average True Range) misurano attorno a 11,20 dollari pro die.

L’operatività su MRNA appare dunque indicata a coloro i quali, consapevoli della possibilità di ingenti drawdown, puntano ad elevate performance di profitto. In stesura, i volumi giornalieri flettono e sono tuttora inferiori alla media mobile dei volumi mensili, circostanza che depone per la persistenza di livelli elevati di volatilità.