Previsioni Rolex 2022 – le 8 novità che ci aspettiamo

Previsioni Rolex 2022 – le 8 novità che ci aspettiamo

31 Agosto 2021 0 Di AzioniStar

Dopo alcuni anni poveri di novità e lanci interessanti come il 2021, tutti pensano che il 2022 sarà l’anno che comporterà alcune importanti novità per casa Rolex, non solo in termini di modelli e novità, ma anche in termini di riorganizzazione della produzione come sappiamo carente rispetto alla domanda.
Nel 2021 l’unica versione o aggiornamento del marchio rilevante a cui la comunità degli orologi aveva previsto modifiche è stato il nuovo Explorer I da 36 mm. Detto questo, sono successe comunque molte cose che nessuno si aspettava, nemmeno noi.
In primis i prezzi folli raggiunti dai modelli più ricercati, come Daytona e il folle incremento di Royal Oak e Nautiuls della Patek Philippe acciaio. Giusto per cronaca il Nautilus verde quadrante 2021 ref. 5711/1A con prezzo di listino 36000 dollari ha toccato punte di quotazione superiori a 700000 $, per un orologio in produzionie, anche se raro e prodotto in pochi elementi, è un record assoluto.
Sicuramente era attesa una rivisitazione dell’Explorer II per i 50 anni nel corso del 2021, magari con ghiera ceramica nera, ma l’aggiornamento è stato molto “leggero” e solo relativo al movimento.
Di seguito vedremo le dieci principali innovazioni che ci immaginiamo per l’anno 2022 dalla Maison Rolex.
quasi tutti i futuri modelli avranno i movimenti 3230 e 3235 sicuramente solidi e efficienti e questo permetterà anche l’ottimizzazione della produzione, almeno speriamo.
Abbiamo Inoltre assistito a un downsizing con l’Explorer I che è tornato alla misura originaria di 36 mm pensiamo che questo possa essere un trend anche nel 2022 per altri modelli, difficilmente asisteremo a crescite in termini dimensionali.
Come sappiamo Rolex non stravolge i sui modelli, ma pensiamo che alcuni modelli/logiche di produzione saranno oggetto di aggiornamento nel 2022 e negli 8 punti seguenti ne parleremo nel dettaglio:

1- Crescita della produzione
Sicuramente la produzione, come hanno affermato il Rolex, è inferiore rispetto alla domanda. Da un lato questo incrementa la domanda dall’altro aumenta il mercato sommerso dei reseller e gli speculatori che non portano benefici diretti a Rolex.
Loro hanno dichiarato di aver ottimizzato i processi di produzione e standardizzato alcuni meccanismi in modo da avere una produzione più voluminosa del corso della fine del 2021 e del 2022, anche per cause legate al distanziamento COVID che hanno evidentemente superato.
Noi pensiamo che il 2022 sia l’anno nel quale Rolex porterà qualche modifica più rilevante, come avviene spesso ogni biennio, assistere a spregiudicate vendite di Daytona acciaio a oltre il doppio del prezzo di listino non credo faccia bene alla marca stessa e stanno iniziando a capirlo in modo più chiaro.

2- Aggiornamenti per Milgauss e Air king


Pensiamo che i due modelli senza data Milgauss e Air King avranno un aggiornamento nel corso del 2022 sia in termini di movimento che in termini di estetica.
Entrambi i modelli sono ricercati e hanno una quotazione del 30/50% superiore al listino, ma non hanno lo stesso interesse di altri modelli sportivi come Submariner GMT o Daytona.
Noi pensiamo che possa esserci un modifica in termini anche di materiali abbiamo visto l’Explorer I in acciaio oro dimostrando che Rolex preferisce vendere metalli preziosi, ciò potrebbe succedere anche sui modelli come il Milgauss. Pensiamo inoltre che possa essere aggiornato il quadrante dell’Air king attuale. Altra possibile previsione è che vengano interrotti come modelli in produzione e questo ne farebbe salire nel valore. Ma è ancora presto per fare previsioni da questo punto di vista.

3- Più orologi dai rivenditori ufficiali
Rolex è a conoscenza della difficoltà di trovare modelli sportivi presso i venditori ufficiali, questi orologi vengono venduti quasi esclusivamente ai clienti top, creando un notevole fastidio alle nuove generazioni di appassionati di orologi e anche un allontanamento dalla marca stessa.
Con l’incremento della produzione che immaginiamo sarà ancora più rilevante nel 2022 pensiamo che diventerà più accessibile raggiungere alcuni tipi di orologi Rolex e sicuramente con tempi di attesa più ragionevoli e più oggettivi.
E’ pressoché impossibile attualmente in Europa avere i modelli più richiesti come Daytona o Submariner ghiera verde ma è difficile recuperare anche modelli base come gli Oyster perpetual soprattutto nelle nuove colorazioni, le tempistiche non sono chiare le liste non sono chiare all’interno dei venditori. Si vedono orologi nuovi venduti al secondo polso più del 100% di rincaro e questo sta creando non pochi problemi al Rolex è molto fastidio nel mondo degli appassionati.
Sicuramente non torneremo periodo degli anni ‘90 nel quale si trovavano senza grossi problemi Rolex anzi con sconti ma un leggero incremento farà bene sia il mercato che alla Rolex stessa.

4- Rolex GMT Coke


Pensiamo che il 2022 possa essere l’anno nel quale torni il GMT Master 2 nella colorazione coke (rosso nero), un grande Classico di casa Rolex che ogni anno si pensa torni erroneamente in produzione e immaginiamo che il 2022 possa essere l’anno adeguato a questa novità.
5- Modifiche al datejust
Pensiamo che il datejust che attualmente è meno ricercato della Oyster subirà qualche aggiornamento nel corso del 2022 non in termini di movimento interno ormai consolidato ma in termini di estetica.
Pensiamo che sia possibile una variazione dei quadranti per renderlo più ricercato rispetto al modello base Oyster in particolare potremmo immaginare quadranti colorati quadranti con fantasie come la versione Bamboo uscita nel 2021 per testare forse il mercato e l’interesse in questo tipo di novità.

6- Aumento di prezzo
l’aumento di prezzo sarà sicuramente costante anche se non troppo rilevante, Rolex ha capito che le persone sono disposte a pagare di più se si ha maggiore qualità e questo comporterà sicuramente piccoli aggiustamenti che ogni anno verranno effettuati sui listini.
Ormai non c’è più un collegamento diretto fra il listino il prezzo di mercato e il vintage; tutti i Rolex sono saliti nel corso del 2020/21, anche i modelli che storicamente erano a prezzi competitivi come il Datejust 1601 attualmente si trovano a €5000 avendo raddoppiato il loro valore nel corso di circa 4 anni. Se le persone sono disposti a pagare orologi comunissimi vetroplastica €5000 sicuramente sono disposti a pagare di più i modelli attualmente in produzione.

7- colori sgargianti
Pensiamo che Rolex utilizzerà colori e fantasie sgargianti su nuovi modelli, crediamo che possa essere l’anno del giallo e del rosso anche sul datejust.

8 Yatch Master
Potremo assistere anche ad un aggiornamento dello Yatch Master, uno degli sportivi che attualmente riceve meno interesse di mercato ma che potrebbe avere una nuova vita con un cambio di colore di ghiere o di materiali. Questo ci fa pensare che il 2021 possa essere anche l’anno adeguato per investire in questo modello, che è ancora possibile trovare a prezzi molto competitivi rispetto al Submariner.

Ovviamente concludiamo dicendo che non ci sono certezze e Rolex ci ha abituato a piccoli aggiornamenti annuali, la cosa sinceramente più importante sarebbe una maggiore produzione in modo da ridurre la speculazione sul marchio questo non vuol dire che i modelli caleranno di valore ma sicuramente si ridurrà il mercato nero dei Re-seller secondo polso che prendono orologi direttamente dai venditori ufficiali e li vendono al doppio del prezzo il giorno dopo, tutto questo è sinceramente poco etico e poco accettabile e non porta benefici agli appassionati.

Diamo un’occhiata ai modelli Rolex che nel 2021 hanno avuto più incremento di valore